Come creare un blog con WordPress

Jul 17, 2020 | Crescita personale

Avete sempre desiderato creare un blog, ma per vari motivi avete sempre rimandato “aspettando il momento giusto“.

Se volete provarci davvero, mettete da parte le scuse e fatelo ora, perché questo è il momento giusto.

Negli ultimi due anni mi è sempre passata per la testa l’idea di aprire un blog, ma non ho mai avuto il coraggio di farlo davvero.

Circa un mese fa stavo leggendo il libro di Marie Forleo “A tutto c’è una soluzione” e mi ha subito motivata nel cominciare questo nuovo progetto che è diventato il mio blog.

Cosí ho finito il capitolo che stavo leggendo, ho chiuso il libro e ho immediatamente aperto il pc e mi sono messa subito all’opera.

Avendo aperto un blog da veramente poco, totalmente inesperta e anche un po’ imbranata con la tecnologia, vi voglio raccontare tutti i passaggi che mi hanno permessa di creare il mio sito, cosí che anche i più principianti abbiano una marcia in più.

La prima cosa che ho fatto è stato andare a leggere la guida su come creare un blog di Spaziogrigio, blog e canale youtube che adoro, considerato i temi trattati da Irina focalizzati sul minimalismo, la quale riesce a trasmettere benissimo la sua semplicità e passione in quello che fa.

Dunque, tramite le sue indicazioni, a seguire vi elenco tutti gli step che ho eseguito per riuscire nel mio obiettivo:

1- Decidere gli argomenti e il target del blog

Fatevi una lista di tutti gli argomenti di cui vorreste parlare nel vostro blog, pensate alle vostre conoscenze e a ciò che vi appassiona. Scegliete due o massimo tre argomenti principali, cosí da crearvi la vostra nicchia di persone interessate ai temi che tratterete. Nel mio caso per esempio ho deciso di unire la mia passione per il viaggio con quella dello stile di vita sano. Pensate quindi anche al pubblico a cui vorreste rivolgervi, adottando di conseguenza il linguaggio che userete.

Affrontate argomenti che possano interessare e attrarre, ma soprattutto che vi piacciano, altrimenti non riuscirete mai a trasmettere la passione in ciò che fate, se voi in primis non siete appassionati.

Ponetevi quindi degli obiettivi, pensate ai vari motivi per cui volete aprire un blog, metteteli per iscritto e usateli per motivarvi. Non esitate a pensare in grande, se voi non ci credete abbastanza, l’insuccesso sarà assicurato.

2- Decidere il dominio

Il dominio non è altro che il nome che avrà il vostro sito web, nel mio caso viaggiainsalute.it

Il dominio deve essere semplice, non troppo lungo, senza caratteri speciali, facile da ricordare e che faccia capire ciò di cui andrà a trattare il blog.

3- Creare il sito con WordPress.org attraverso la piattaforma Siteground

WordPress.org è un programma gratuito per la gestione di un blog, che ha però bisogno di una piattaforma che permetta di avere lo spazio fisico per la creazione del sito. Io ho deciso di usare Siteground, come suggerito da Irina e mi sono trovata benissimo. È molto facile da utilizzare ed ha a disposizione un team davvero efficace per risolvere qualsiasi problema. Siteground ha un costo mensile di 6,99$, quindi molto basso, ma vi permette davvero di creare il vostro sito personale come lo volete voi.

Attenzione a fare riferimento a WordPress.org e non WordPress.com, che vi permette di creare un blog in maniera totalmente gratuita, ma con molte limitazioni. Per esempio non potrete avere il vostro dominio personale, nel mio caso, utilizzando WordPress.com sarebbe viaggiainsalute.wordpress.com.

Se volete che il vostro blog funzioni, sconsiglio di farlo in modo totalmente gratuito, non otterrete mai il risultato sperato e sarete più propensi ad abbandonare. Siteground ha un costo davvero minimo e vi permetterà davvero di creare e gestire il vostro blog al meglio.

Cliccate qui per dare vita al vostro blog. Selezionate l’opzione “Web Hosting” e dopo aver scelto il piano “Start up” inserite il dominio che avete scelto e le informazioni personali e di pagamento. Ora seguite le indicazioni per installare gratuitamente WordPress su Siteground ed è fatta! Avete appena creato il vostro sitoweb.

4- Scegliere il tema con Divi Theme

WordPress vi da la possibilità di scegliere temi gratuiti e personalizzabili, quindi questo passaggio è opzionale. Ma, personalmente, non essendo esperta di coditi html, mi è risultato un po’ difficile impostare il tema esattamente come lo volevo io. Cosí, seguendo un’altra volta il consiglio di Irina, ho acquistato il programma Divi Theme, facilissimo da usare, con il quale sono riuscita ad ottenere il risultato che mi ero immaginata. Il costo è di 89$ annuali, ma il primo mese è di prova, se non siete soddisfatti, verrete rimborsati.

È assolutamente valsa la pena investire in DiviTheme, oltre alla sua semplicità nell’utilizzo, ci sono molte più opzioni per personalizzare il vostro blog e sul sito ufficiale sono disponibili anche tante guide che vi aiuteranno a trovare ciò di cui avete bisogno.

5- Creare l’email con Google

Sconsiglio di utilizzare il vostro indirizzo email privato, ma crearne uno apposito, come nel mio caso info@viaggiainsalute.it. Mi sono affidata a Google con il piano G Suite basic. Irina mette anche a disposizione dei codici sconto del 20% per il primo anno di utilizzo.

Tramite quest’email i lettori o chi vorrà fare delle collaborazioni potranno contattarvi in maniera molto semplice e professionale. Seguite i passaggi richiesti e se avete difficoltà a completare la verificazione del dominio (tranquilli non siete soli) vi lascio qui una guida.

6- Farsi conoscere con i social network

Non sono obbligatori per la creazione di un blog, ma aiutano molto per farvi conoscere. Consiglio la creazione del profilo del blog in almeno due social media, come Instagram, Twitter, Pinterest, una pagina Facebook o un canale Youtube e siate abbastanza attivi, cosí i lettori saranno in grado di trovarvi anche attraverso altre piattaforme.

7- Conformare il sito web alla legge con Iubenda

Il vostro sito dovrà essere conforme alla legge, dovrete quindi inserire la Privacy policy e la Cookie policy. Non entrerò nel dettaglio sull’argomento, non essendo esperta nel settore, ma vi dirò il nome della piattaforma che ho utilizzato. Si tratta di Iubenda, io ho acquistato il piano pro a 19$ annuali. Cosa che consiglio di fare anche a voi, essendo il piano base gratuito molto limitato anche per un piccolo blog. Inoltre, vi metto a disposizione un piccolo sconto del 10%, che fa sempre comodo, dovete solamente iscrivervi alla piattaforma cliccando su questo link.

Ho poi seguito una qualsiasi guida su Youtube che mi aiutasse a inserire questi adempimenti all’interno del mio sito, ma potrete anche conttatare gli esperti direttamente sul sito per qualsiasi dubbio.

8- Monitorare i progressi con Google Analytics

Google Analytics vi permetterà di controllare il numero delle visualizzazioni della vostra pagina, nonché altri dettagli rilevanti che vi aiuteranno a capire chi sta leggendo il vostro blog e adattarlo e migliorarlo di conseguenza. Anche qui ci sono vari tutorial sul web su come utilizzare Google Analytics sul vostro sito.

9- Restare aggiornati e migliorare costantemente i contenuti

Una volta creato il sito capirete col tempo e con l’esperienza come costantemente riuscire a creare una versione migliore di esso. Tenetevi aggiornati sugli argomenti di cui trattate e date il vostro meglio per mantenere il blog interessante ai vostri lettori.

 

Ora che sapete come riuscire a creare un blog, non avete più scuse. Se ce l’ho fatta io a creare un sito web da zero in una settimana, con minime conoscenze tecnologiche e un lavoro full time, ce la potete fare anche voi.

Ci vorrà tempo prima che il blog decolli e avrà successo, quindi per i primi mesi, anche se non otterrete grossi numeri, non mollate, mantenete forte la passione e trasmettetela attraverso i vostri articoli e verrete ripagati di tutti i vostri sforzi.

Se siete riusciti anche voi a creare il vostro blog, condividetelo nei commenti qui sotto.

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: